Prima Europea vittoriosa per Ragusa e Venezia.
Cade Schio ad Istanbul

GIOVEDÌ, 12 OTTOBRE 2017

 

E' di due vittorie ed una sconfitta il bilancio delle nostre italiane impegnate nell'esordio europeo. Nella serata di ieri, infatti, sono arrivate le vittorie in Euro Cup della Passalacqua Ragusa in Ungheria contro lo Szeksard e quella in casa al Taliercio della Reyer Venezia contro l'Elfic Friburgo. Sconfitta in Eurolega per il Famila Schio che di misura si è dovuta piegare ad Istanbul contro lo Yakin Dogu.

Esordio Morbido – Tutto semplice fin dalle prime battute per Ragusa che impone subito i suoi ritmi ed il suo gioco alla fine sarà 56-74 per le aquile siciliane che portano in doppia cifra a referto le tre straniere più un Alessandra Formica in gran spolvero 12 punti. Solida prova anche di Jessica Kaster 18 i suoi punti e di Dearica Hamby che porta a casa una doppia doppia da 14 punti e 10 rimbalzi. “E' stata la prima vera partita di basket che abbiamo fatto – sono le parole di coach Recupido al termine della gara – ed abbiamo giocato molto meglio di domenica scorsa , abbiamo tenuto l'attacco avversario a 56 punti e questo deve diventare il nostro marchio di fabbrica”. Tutto facile anche per la Reyer Venezia che all'esordio casalingo europeo spazza via Friburgo con un perentorio più quaranta 77-37 senza far pesare le assenze di Williams e Kaceric. Il senso della gara è già chiaro dopo 11-0 in due minuti delle lagunari. Mvp della gara Martina Bestagno con 22 punti, da segnalare anche i dieci a referto di Sara Madera.

Schio Gagliarda – Se ci sono sconfitte che ti possono far capire la tua forza quella di ieri ad Istanbul di Schio deve essere una di quelle. La formazione orange tiene testa alla corazzata Yakin Dogu per quaranta minuti mancando la spallata finale che avrebbe portato ad un successo che non è arrivato per sole tre lunghezze. Festeggiano le turche 67-64 ma ottime indicazioni arrivano anche per coach Vincent. Diciotto punti per la solita Jolene Anderson mentre per le turche ci sono i 16 punti dell'ex Vandersloot, i 20 punti dell'mvp McBride ed i 10 punti di Ann Wauters.

 

Giuseppe Errico