Eurolega 2017-2018:
questa sera cominciano le danze

GIOVEDÌ, 12 OTTOBRE 2017

Tra poche ore riprenderà la più prestigiosa competizione europea di pallacanestro, l’Eurolega. Confermato per il secondo anno consecutivo il format a sedici squadre: un girone unico in cui tutti i big team si affronteranno fra andata e ritorno; al termine della regular season le prime otto accederanno ai playoffs, da qui le ultime quattro si giocheranno a Belgrado la coppa, con il consueto metodo della Final Four.  Rimangono favorite le “solite” Fenerbahce, CSKA, Real, Olympiacos, occhi puntati sull’EA7 di Simone Pianigiani, chiamata ad una riscossa, idem dicasi per i catalani del Barça, a caccia di equilibrio dopo un’annata così e così. Interessante sarà anche scoprire le new entry, che sono tre: Khimki Mosca, con un allenatore di vertice come Bartzokas sulla panchina, l’Unicaja Malaga di Shermadini e Jeff Brooks e infine il Valencia, arrivato al trentesimo anniversario della società con il regalo di poter partecipare al prelibato banchetto dell’Eurolega 2017-2018.

 

ANADOLU EFES ISTANBUL:

L’Efes Anadolu rimane nelle mani di coach Perasovic, che dovrà ripartire da una squadra parzialmente rinnovata, senza il nome del leader Osman, ma con un solido gruppo a cui si sono aggiunti nomi importanti, come quello dell’ex Milano Kruno Simon. Quintetto esplosivo vicino a canestro, con la coppia di lunghi Brown-Dunston in grado di correre bene il campo aiutando gli esterni nella transizione. Interessante la possibilità di avere anche un centro più classico come il serbo Vladimir Stimac, capace di consegnare una doppia dimensione ai quintetti dell’Efes, risultando una squadra per certi versi enigmatica e decisamente più lunga delle passate edizioni di Eurolega.

ROSTER:

#1 Ricky Ledo, G                  

#3 Erick Mccollum, G

#4 Dogus Balbay, G

#5 Derrick Brown, A

#6 Yigitcan Saybir, A

#8 Birkan Batuk, A

#10 Onuralp Bitim, G

#11 Berk Demir, A

#12 Brock Motum, A

#14 Josh Adams, G

#15 Vladimir Stimac, C

#22 Mustafa Muhayamin, G

#24 Edo Muric, A

#42 Bryant Dunston, C

#44 Krunoslav Simon, A

Coach: Velimir Perasovic

 

OLIMPIA MILANO:

In casa Olimpia l’estate ha portato numerosi cambiamenti, a partire dalla panchina, su cui siederà l’ex CT della Nazionale Simone Pianigiani. Rivoluzione anche all’interno del roster, in cui compaiono i blasonati nomi di Goudelock, grande realizzatore ex Maccabi, e Jordan Theodore, protagonista assoluto della cavalcata (quasi) vincente del Banvit nella passata edizione della Champions Legaue, di cui è stato l’MVP. Novità anche vicino a canestro con Patric Young, Cory Jefferson e Arturas Gudaitis, tuttavia il “problema lunghi” si mantiene una costante in casa Armani, in quanto sia Tarczewski che Young sono perseguitati dagli infortuni. Tra gli esterni occhi puntati su Bertans, protagonista di un buon europeo con la maglia della Lettonia.

ROSTER:

#0 Andrew Goudelock, G

#5 Vladimir Micov, A

#7 Davide Pascolo, A

#9 Mantas Kalnietis, G

#13 Simone Fontecchio, G

#15 Kaleb Tarczewski, C

#20 Andrea Cinciarini, G

#22 Marco Cusin, C

#23 Awudu Abass, G

#24 Amath M’Baye, A

#25 Jordan Theodore, G

#28 Patric Young, C

#34 Cory Jefferson, C

#46 Dairis Bertans, A

#77 Arturas Gudaitis, C

Coach: Simone Pianigiani

 

BASKONIA VITORIA:

I baschi fanno esordire su una panchina di Eurolega l’ex grande playmaker dell’argentina Pablo Prigioni, a cui viene affidato un roster sostanzioso che potrà dire la sua anche a livello europeo. Shengeila è reduce da un ottimo Eurobasket con la maglia della Georgia, Delfino e Huertas possono portare tanta esperienza alla causa Baskonia, mentre Matt Jenning, ex Siena, è un realizzatore di tutto rispetto, così come l’ex Efes Granger, pronto a mostrare tutto il suo talento su un nuovo palcoscenico.

 

ROSTER:

#3 Luca Vildoza, G

#5 Miguel Gonzales, A

#6 Janis Timma, A

#7 Johannes Voigtmann, C

#8 Rinalds Malmanis, C

#9 Marcelinho Huertas, G

#10 Rodrigue Beaubois, A

#11 Matt Janning, G

#12 Ilimane Diop, C

#15 Jayson Granger, G

#17 Vincent Poirier, C

#19 Ivan Martinez, A

#23 Tornike Shengeila, C

#29 Patricio Garino, A

#52 Joedan Mcrae, A

#91 Carols Delfino, A

Coach: Pablo Prigioni

 

BROSE BAMBERG:

A Bamberg, nonostante la partenza di Melli, si continua a “parlare” italiano; Andrea Trinchieri è stato confermato sulla panchina del Brose, mentre in cabina di regia è pronto a rilanciarsi il pesarese Daniel Hackett. Non solo veri italiani, anche conoscenze illustri del nostro basket: Ricky Hickman, visto in maglia EA7 lo scorso anno, chiamato anch’egli ad un riscatto. Nikos Zizis e Leon Radosevic, passato a Milano nel 2011. Interessanti i nomi di Maodo Lo, play/guardia belga, e di Aleksej Nikolic, reduce dall’oro europeo con la maglia della Slovenia, ottimo difensore e combattente che si sposa alla perfezione con le caratteristiche del team tedesco.

ROSTER:

#0 Daniel Hackett, G

#1 Quincy Miller, A

#2 Ricky Hickman, G

#6 Nikos Zisis, G

#7 Aleksej Nikolic, G

#8 Lucca Staiger, G

#9 Luka Mitrovic, A

#12 Maodo Lo, G

#16 Louis Olinde, F

#20 Elias Harris, F

#21 Agustine Rubit, F

#33 Patrick Heckmann, F

#43 Leon Radosevic, C

#44 Bryce Taylor, G

Coach: Andrea Trinchieri

 

STELLA ROSSA BELGRADO:

La Stella Rossa cercherà di ripetere l’incredibile stagione 2016-2017 partendo senza troppa pressione sulle spalle, ma con il consueto entusiasmo che tutto il paese gli conferisce e un nuovo ciclo da lanciare. Importanti gli arrivi dell’ex Pana Feldine e del lungo macedone Pero Antic; dalla Lokomitv Kuban arriva anche Taylor Rochestie, giocatore che - se in serata - può spostare gli equilibri anche in competizioni come queste, ma soprattutto un veterano di livello europeo capace di dare esperienza al nuovo gruppo del giovanissimo Alimpijevic.

ROSTER:

#4 Marko Keselj, A

#5 Nikola Radicevic, G

#6 Nemanja Dangubic, A

#7 Dejan Davidovac, A

#8 Dragan Apic, A

#10 Branko Lazic, G

#11 Stefan Lazarevic, G

#12 Pero Antic, C

#13 Ognjen Dobric, G

#14 James Feldine, G

#16 Stefan Jankovic, C

#22 Taylor Rochestie, G

#26 Mathias Lessort, C

#32 Nikola Jovanvic, A

#51 Milko Bjelica, C

Coach: Dusan Alimpijevic

 

CSKA MOSCA:

Il CSKA, nonostante l’addio di Teodosic, è una delle candidate al titolo. La squadra del confermato Itoudis perso il play serbo ha potuto subito coprirsi firmando con “El chacho” Rodriguez, tornato in Europa dopo la parentesi NBA. Il nucleo ormai storico resiste, con l’ex Veroli Hines sempre vicino a canestro insieme a Khryapa e all’innesto Othello Hunter. Sugli esterni a formare una nuova coppia d’assalto con Rodriguez è stato confermato De Colo, mentre Fridzon resta il talismano dei moscoviti, che potranno anche contare sul prodotto di Iowa State William Dalen Clyburn, lo scorso anno al Darussafaka.

ROSTER:

#1 Nando De Colo, G

#7 Vitaly Fridzon, G

#9 Leo Westermann, G

#11 Semen Antonov, F

#13 Sergio Rodriguez, G

#20 Andrey Vorontsevich, F

#21 Will Clyburn, F

#22 Cory Higgins, G

#30 Mikhail Kulagin, G

#31 Victor Khryapa, F

#41 Nikita Kurbanov, F

#42 Kyle Hines, C

#44 Othello Hunter, C

#77 Alan Makiev, C

Coach: Dimitris Itoudis

 

BARCELONA LASSA:

E’ a caccia di un riscatto anche la formazione catalana del Barcelona, che dopo un anno a dir poco altalenante è in cerca di più equilibrio con un nuovo coach sulla panchina, l’ex Baskonia Sito Alonso. Tante anche le novità che vedremo sul parquet del Palau Blaugrana, a partire dall’ultimo arrivato Rakim Sanders, ex EA7 Milano pronto alla nuova avventura dopo la lunga esperienza italiana (anche con Sassari). A questi si aggiungono Heurtel, in cerca di nuove motivazioni dopo gli anni trascorsi in Turchia con la maglia dell’Efes, quindi Hanga, portato dallo stesso Sito Alonso dai Paesi Baschi e infine Seraphin, lungo francese che ha deciso di rientrare nel vecchio continente dopo la parentesi americana in NBA. Confermati ovviamente capitan Navarro e il finlandese ex Virtus Bologna Koponen.

ROSTER:

#1 Kevin Seraphin, C

#5 Pau Ribas, G

#8 Phillip Pressey, G

#9 Adam Hanga, A

#11 Juan Carlos Navarro, G

#13 Thomas Heurtel, G

#14 Sasha Vezenkov, F

#17 Rodions Kurucs, F

#18 Pierre Oriola, C

#21 Rakim Sanders, F

#25 Petteri Koponen, G

#30 Victor Claver, A

#44 Ante Tomic, C

#45 Adrien Moerman, F

Coach: Sito Alonso

 

FENERBAHCE:

Altra favorita, e non poteva non esserlo, la squadra campione in carica, il Fenerbahce di Obradovic. E’ vero, i turchi hanno perso due giocatori di fondamentale importanza come Udoh e Bogdanovic, ma la vittoria dello scorso anno è stata soprattutto un successo di squadra; un funzionamento perfetto del sistema, che non è affatto cambiato, ha semplicemente trovato nuovi interpreti; uno su tutti il nostro italiano Nik Melli, che così facendo raggiunge Gigi Datome. Tra gli altri, importante l’arrivo di un realizzatore come Wanamaker, capace di trovare canestri impossibili a gioco rotto, mentre le conferme di Sloukas, Vesely e Kalinic (oltre che di Datome e Nunnally) mantengono l’equilibrio della corazzata di Istanbul.

ROSTER:

#1 Jason Thompson, C

#4 Nicolò Melli, A

#5 Baris Hersek, A

#10 Melih Mahmutoglu, G

#11 Brad Wanamaker, G

#16 Kostas Sloukas, G

#18 Arna Egehan, A

#21 James Nunnally, A

#23 Marko Guduric, G

#24 Jan Vesely, A

#32 Sinan Guler, G

#33 Nikola Kalinic, A

#35 Ali Muhammed, G

#44 Ahmet Duveriglu, C

#70 Luigi Datome, A

Coach: Zeljko Obradovic

 

KHIMKI MOSCA:

New entry in questa edizione dell’Eurolega è il Khimki Mosca, la seconda squadra della capitale russa. Roster di tutto rispetto per i moscoviti, che possono contare sull’esperienza dell’ex Olympiacos Bartzokas sulla panchina, mentre in campo schierano giocatori di livello come i vari Monia, Honeycutt, Jenkins e… uno su tutti, Alexey Shved. Protagonista assoluto con la maglia della Russia all’ultimo Eurobasket, Shved è pronto a stupire anche sui parquet di tutta l’Eurolega.

ROSTER:

#0 Thomas Robinson, C

#1 Alexey Shved, G

#2 Tyler Honeycutt, G

#6 Egor Vialtsev, A

#7 Ruslan Pateev, C

#8 Vyacheslav Zaytsev, G

#9 Stefan Markovic, G

#10 Dmitry Sokolov, C

#12 Sergey Monia, A

#13 Anthony Gill, A

#19 Marko Todorovic, C

#20 Andrey Zubkov, A

#21 James Andreson, G

#22 Charles Jenkins, G

#23 Malcom Thomas, C

Coach: Georgios Bartzokas

 

MACCABI TEL AVIV:

Un Maccabi Tel Aviv piuttosto rinnovato si presenta all’edizione 2017-2018 dell’Eurolega con un nome che risalta su tutti, quello dell’ex Miami Heat Norris Cole, due volte campione NBA (2012 e 2013) con il team della Florida. A sostenerlo l’esperienza di Pierre Jackson e un rigenerato Alex Tyus, pronto a confermare le buone prestazioni registrate lo scorso anno.

ROSTER:

#1 Deshaun Thomas, A

#4 Karam Mashour, A

#5 Michael Roll, A

#7 Deandre Kane, G

#9 Alex Tyus, C

#12 John Dibartolomeo, G

#15 Jake Cohen, C

#18 Itay Segev, A

#30 Norris Cole, G

#43 Jonah Bolden, A

#45 Artsiom Parakhouski, C

#50 Yovel Zoosman, G

#55 Pierre Jackson, G

Coach: Neven Spahija

 

OLYMPIACOS:

Spostandoci in Grecia non possono mancare i colori biancorossi dell’Olympiacos dell’eterno Vassilis Spanoulis, verso il diciottesimo anno con la maglia del Pireo. Sulla panchina confermato Sfairopoulos, mentre tra le novità in campo vedremo Jamel McLen, ex EA7 arrivato in sostituzione di Young, ironia della sorte, finito a Milano. Per il resto il team è molto simile a quello degli scorsi anni, con un sistema e un progetto ben definiti per arrivare all’ennesimo successo europeo.

ROSTER:

#1 Jamel McLean, C

#4 Vassilis Toliopoulos, G

#6 Ioannis Papapetrou, A

#7 Vassilis Spanoulis, G

#10 Dimitros Agravanis, F

#11 Nikola Milutinov, C

#13 Janis Strelnieks, G

#14 Kim Tillie, F

#15 Georgios Printezis, F

#16 Kostas Papanikolau, F

#17 Vangelis Mantzaris, G

#19 Nikolas Arsenopoulos, G

#22 Brian Roberts, G

#31 Georgios Bogris, C

#34 Hollis Thompson, F

Coach: Giannis Sfairopoulos

 

PANATHINAIKOS:

L’altra grande certezza greca, il Panathinaikos, riparte da Xavi Pascual, confermato e pronto al suo secondo anno sulla panchina biancoverde. Parecchie sono le novità che vedremo sul campo di OAKA, su tutte l’arrivo di Matt Lojeski, che da eterno rivale con i colori dell’Olympiacos (al Pireo dal 2013), ha deciso di abbracciare il progetto Pana entrando nel templio che fino a qualche mese fa gli era avverso. Con lui arrivano anche Marcus Denmon, buon realizzatore americano, e Athanasios Antetokounmpo, fratello di Giannis, lo scorso anno ai Knicks.

ROSTER:

#0 Chris Singelton, C

#3 K.C. Rivers, F

#7 Eleftherios Bochoridis, G

#11 Nikos Pappas, G

#12 Marcus Denmon, G

#14 James Gist, F

#15 Ian Vougioukas, C

#16 Georgios Kalaitzakis, G

#19 Lukas Lekavicius, G

#22 Kenny Gabriel, F

#23 Zach Auguste, C

#24 Matt Lojeski, G

#33 Nik Calathes, G

#43 Athanasios Antetokounmpo, F

#44 Kostantinos Mitroglou, F

Coach: Xavi Pascual

 

REAL MADRID:

Rientra ovviamente nel novero delle favorite il Real di Pablo Laso, forte dell’arrivo, o meglio del ritorno, del play argentino Facundo Campazzo, ma anche della potenziale crescita di tanti suoi punti fermi: Luka Doncic, probabilmente al suo ultimo anno in Europa atteso dalla NBA, e Anthony Randolph, anch’egli vincitore di Eurobasket 2017 e chiamato ad una conferma, soprattutto a livello di continuità. Da valutare le condizioni di Sergio Llull, sicuramente out per tutta la stagione regolare, in forse per gli eventuali playoff. Tuttavia gli altri componenti del roster mantengono alto il livello dei “Blancos”, dagli esterni Fernandez e Carroll sino a Kuzmic e Ayon sotto le plance.

ROSTER:

#1 Fabien Causeur, A

#2 Chasson Randle, G

#3 Anthony Randolph, C

#5 Rudy Fernandez, G

#6 Dino Radoncic, F

#7 Luka Doncic, G

#8 Jonas Maciulis, A

#9 Felipe Reyers, A

#11 Facundo Campazzo, G

#14 Gustavo Ayon, C

#16 Santi Yusta, F

#20 Jaycee Carroll, G

#23 Sergio Llull, G

#32 Ognjen Kuzmic, C

#33 Trey Thompkins, A

#44 Jeffery Taylor, A

Coach: Pablo Laso

 

UNICAJA MALAGA:

Entra nelle top 16 dei club europei anche l’Unicaja Malaga di coach Plaza, campione in carica dell’Eurocup. Nelle file biancoverdi troviamo un ex conoscenza del nostro campionato, Jeff Brooks; importante la presenza sotto canestro del lunghissimo Shermadini, mentre decisiva potrebbero essere l’esperienza di Suarez e la riconferma di Nedovic, prodotto della Stella Rossa di Belgrado da qualche anno in Andalucia.

ROSTER:

#2 Viny Okouo, C

#3 Ray Mccallum, G

#4 Jesus Carralero, G

#6 Mo Soluade, G

#8 Ignacio Rosa, A

#9 Alberto Diaz, G

#10 Sasu Slain,

#11 Daniel Diez, A

#12 Dragan Milosavljevic, G

#16 Nemanja Nedovic, G

#17 Giorgi Shermadini, C

#21 Adam Waczynski, A

#23 Jeff Brooks, A

#40 James Augustine, C

#43 Carols Suarez, A

#44 Dejan Musli, C

Coach: Joan Plaza

 

 

VALENCIA:

L’ultima novità di questa Eurolega a livello di società è il Valencia, i vicecampioni in carica dell’Eurocup. Gli spagnoli si presentano alla competizione con un roster molto equilibrato, tanta esperienza, qualche nome di spicco, ma soprattutto volti affermati a livello europeo: l’eterno San Emeterio, il belga Van Rossom infine gli esterni Green e Doornekamp, a loro si aggiunge la voglia di affermarsi a livello europeo del tedesco Tibor Pleiss. Una squadra ben rodata che non ha caso è riuscita a vincere la lega ACB lo scorso anno.

ROSTER:

#0 Will Thomas, A

#6 Alberto Abalde, A

#8 Antonie Diot, G

#9 Sam Van Rossom, G

#14 Bojan Dubljevic, C

#16 Guillem Vives, G

#17 Rafa Martinez, G

#19 Fernando San Emeterio, A

#21 Tibor Pleiss, C

#22 Latavious Williams, C

#30 Joan Sastre, A

#32 Erik Green, G

#42 Aaron Doornekamp, A

#53 Josep Puerto, A

Coach: Txus Vidorreta

 

ZALGIRIS KAUNAS:

Con il confermatissimo Jasikevicius sulla panchina riprende il cammino europeo dello Zalgiris Kaunas, vera e propria mina vagante della scorsa edizione dell’Eurolega, in grado di lottare sino alle ultime giornate per uno storico posto nei playoff. La tradizione cestistica lituana viene confermata dal roster, quasi interamente composto da giocatori della Nazionale di Vilnius, a cui si aggiungono Brandon Davies, da Monaco, visto in Italia due anni fa con la maglia di Varese; Dee Bost, anch’egli proveniente dalla squadra monegasca, Vasilije Micic e Aaron White.

ROSTER:

#0 Brandon Davis, C

#1 Dee Bost, G

#3 Kevin Pangos, G

#6 Axel Toupane, A

#13 Paulius Jankunas, A

#19 Martynas Sajus, C

#20 Gytis Masiulis, A

#21 Arturas Milaknis, G

#22 Vasilije Micic, G

#24 Martynas Arlauskas, G

#30 Aaron White, A

#44 Antanas Kavaliauskas, C

#66 Paulius Valinskas, G

#92 Edgaras Ulanovas, A

Coach: Saruna Jasikevicius

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Filippo Luini